You are currently viewing La via del Karate. Sceglierla per se stessi e per i propri figli.

La via del Karate. Sceglierla per se stessi e per i propri figli.

Una domanda come “Qual è la migliore attività sportiva per me?” non ha una risposta univoca.

Capire cosa vuoi fare richiede tante ricerche ed esplorazioni in sport diversi e certamente non esiste uno sport “taglia unica”.

Tuttavia, una disciplina che può certamente soddisfare molte aspettative è il KARATE.

Con 50 milioni di praticanti in tutto il mondo, il karate è la seconda disciplina di arti marziali più praticata al mondo, dietro solo al taekwondo. Con il suo nome che significa “mano vuota”, il karate ha le sue origini nelle isole di Okinawa, centinaia di anni fa. I viaggiatori dalla Cina continentale portarono varianti delle loro arti marziali native, che furono adattate dalla gente del posto in uno stile chiamato “te”. L’arte si è evoluta in diversi stili e si è sviluppata nei secoli successivi, ma è rimasta principalmente ad Okinawa fino alla sua introduzione nel Giappone continentale nel 1900. Da lì, è stato semplificato e alla fine reso popolare in quello che è oggi.

Come suggerisce il nome, il karate è praticato a mani vuote, senza utilizzare armi, solo i piedi e le mani per eseguire colpi. L’arte stessa incorpora una varietà di tecniche di autodifesa e una certa filosofia che mira a rendere i praticanti umili, fiduciosi, disciplinati e rispettosi. Il maestro Gichin Funakoshi, fondatore dello stile dominante di karate: lo Shotokan e padre del karate moderno, una volta disse: “Lo scopo ultimo del karate non risiede nella vittoria né nella sconfitta, ma nella perfezione del carattere dei suoi praticanti”.

Il karate può essere suddiviso in tre parti: kata, kihon e kumite.

Ogni aspetto è essenziale per la conoscenza e la comprensione del praticante, così come per la sua crescita complessiva nello sport.

Kihon si riferisce ai “fondamenti” e implica la ripetizione di vari elementi di base del karate fino a quando non diventano dei gesti ben acquisiti e naturali. Dalle posizioni ai colpi, passando dalle parate e dai calci senza tralasciare la respirazione, la pratica del kihon alla fine si evolverà nella memoria muscolare per il karateka. Ogni karateka passa attraverso il kihon e all’inizio può sembrare noioso, ma padroneggiare le basi porterà al successo di un addestramento avanzato e superiore. È una fase essenziale per chiunque, le basi apparentemente noiose sono sempre importanti.

Kata si riferisce alla “forma” e rappresenta i movimenti tecnici, passo dopo passo, che un praticante di karate deve padroneggiare. Ciascuno di questi movimenti è progettato per insegnare come avanzare nelle posizioni, dare pugni, bloccare, spazzare, mantenendo la forma corretta durante tutte queste tecniche. I kata dimostrano i flussi dinamici da una posizione all’altra e non richiedono la presenza di un partner.

Infine, il kumite è l’aspetto sparring del karate, ed è disponibile in una varietà di strutture, che vanno da un combattimento che consente solo una serie di tecniche prestabilite – ottimo per esercitarsi negli esercizi – al combattimento libero.

Perché il karate?

In primo luogo, è progettato principalmente intorno a manovre difensive e incoraggia i suoi praticanti a essere pacifici e a non iniziare mai un attacco.

È eccellente per la salute. L’allenamento della tecnica e altri aspetti fisici del karate contribuiscono al miglioramento della resistenza, della forza, della coordinazione e della flessibilità.

Imparerai anche molta disciplina. L’insegnamento del karate insegna il rispetto per il proprio istruttore, imparando a seguirne i consigli. Il rispetto per i propri pari, poiché le esercitazioni e il combattimento richiedono fiducia nel proprio partner per garantire che le cose si svolgano correttamente.

Il karate è uno stile di vita , inseparabile dal modo in cui vivi la tua vita. Ogni lezione è centrata non solo sul miglioramento della propria prestanza fisica, ma anche sui propri stati mentali ed emotivi. Imparerai molto su te stesso: i tuoi punti di forza e di debolezza e come puoi evolvere oltre i tuoi difetti. Diventerai anche più sicuro di te e determinato, mentre migliori costantemente te stesso. Se c’è un’arte che può realizzare una crescita del carattere così completa in una persona nel corso del suo addestramento, questo è sicuramente il karate.

E nella lotta al bullismo?

I bulli prendono di mira coloro che ritengono più deboli di loro.

I bambini che non sono consapevoli di ciò che li circonda o sembrano timidi sono spesso presi di mira.

Cosa succede se il bullismo si trasforma in qualcosa di più serio, qualcosa di più fisico?

Oltre a discutere i modi per evitare il bullismo, come l’autobus o in parti nascoste del parco giochi, possiamo anche insegnare ai nostri figli l’autodifesa.

Imparare a combattere non significa che tuo figlio combatterà tutti i giorni nel parco giochi, ma lo equipaggerà con le mosse e le tecniche necessarie per deviare gli attacchi in arrivo. La cosa migliore è che se i bambini iniziano a resistere ai loro bulli, i bulli spesso guardano verso altre vittime che oppongono meno resistenza.

Il karate è fantastico perché non solo insegna tecniche di combattimento che possono essere utilizzate in caso di emergenza, ma trasmette soprattutto la fiducia in se stessi e l’autostima. Il solo fatto di avere un’aria di fiducia metterà immediatamente i bulli alla larga da tuo figlio.

La maggior parte delle volte, le situazioni che si presentano con i bulli vengono facilmente annullate purché tuo figlio conosca la risposta giusta.

A volte ciò implica allontanarsi, altre volte significa difendere se stessi, ma sapere cosa fare e quando farlo è una vera abilità che i bambini hanno bisogno di conoscere in tenera età.

Cerca il dojo con cura e parsimonia, non soffermarti sull’aspetto, sulla distanza da casa e/o sul costo, ma interagisci con l’insegnante esponendo le criticità tue o di tuo figlio/a.

I bambini sono come un quaderno bianco, quindi presta attenzione sulle competenze e l’istruzione dell’insegnante … basta poco macchiare una pagina ma poi, in questo caso, non sarà possibile strapparla!!!

BUON KARATE!!!

Lascia un commento